Home Page
Legenda Prodotti

Prodotto

art. 0200
DERATTIZZAZIONE CON GLI ULTRASUONI

Per molte specie viventi l’udito è una risorsa fondamentale per la loro sopravvivenza.
Da ricerche scientifiche si è visto che generando suoni entro il campo di percepibilità, molti animali si sentono disturbati e minacciati al punto di allontanarsi forzosamente dal luogo origine del fastidio. Molti insetti, pulci, ragni, scarafaggi, roditori (topi,ratti), pipistrelli, cani, gatti, ed altri animali sentono e comunicano a frequenze ultrasonore.

I RODITORI hanno un sistema uditivo estremamente più sensibile e sviluppato degli esseri umani. I PIPISTRELLI hanno un sistema uditivo ancora più sofisticato. API, VESPE, RAGNI, SCARAFAGGI hanno delle membrane uditive sensibili agli Ultrasuoni. PULCI e ZECCHE pur non avendo organi appositi sono stressate dalla presenza di Ultrasuoni. CANI, GATTI, ed altri animali hanno sviluppato eccellenti apparati uditivi fondamentali per la loro sopravvivenza.

Gli ultrasuoni sono in una gamma di frequenza (oltre i 20.000 Hz) che vanno al di là della soglia udibile umana. Pertanto gli Ultrasuoni non sono percepiti dall’uomo in quanto il timpano ha una frequenza propria di risonanza molto più bassa, quindi non riesce a vibrare alla velocità degli Ultrasuoni. E’ possibile tuttavia ascoltare un debole fruscio a pochi centimetri di distanza dall’apparecchio in funzione. Le nostre Apparecchiature producono elettronicamente potentissimi Ultrasuoni grazie ad un particolare circuito che cambia continuamente frequenza e periodo di emissione in un campo perfettamente udibile dai roditori ed altri animali ed insetti.

Gli ultrasuoni sono udibili perfettamente dai topi e ratti. Essi generano in loro un vero e proprio stress psicofisico senza tuttavia ucciderli. Il bombardamento continuo a cui sono sottoposti tramite le Nostre Apparecchiature finirà quindi per influenzare i loro cicli vitali giorno/notte, appetito, riproduzione etc. costringendoli quindi ad abbandonare un luogo a loro ostile, riducendo la loro natalità e rendendoli estremamente vulnerabili.

Nel trattare un ambiente con gli Ultrasuoni dobbiamo tener presente che il nostro obiettivo è quello di rendere l’ambiente sgradevole, ostile a topi e ratti onde spezzare il ciclo biologico che rende piacevole il dimorare e riprodursi delle specie in oggetto.

Priorità va data quindi a tutte le aperture, porte, finestre dalle quali nuovo soggetti possono entrare: quindi per ogni apertura andrà posto un apparecchio emittente direttamente verso l’apertura stessa a formare un angolo retto. Sarà cura di proteggere il perimetro dell’ambiente in questione evitando angoli e zone morte. La potenza utile di emissione rimane efficace entro una distanza di circa 10m. ad es: in caso di una parete lunga 20 metri si dovranno installare 2 Unità. Bisogna tenere conto che l’ultrasuono satura l’ambiente, ma non passa le pareti, per cui una stanza adiacente separata da muri o porte non verrà mai protetta, ma occorrerà installare un’altra Unità. Attenzione va posta ad evitare zone morte nell’ambiente da trattare, per cui a volte può convenire installare un apparecchio in più a copertura di angoli. La portata utile va riconsiderata in caso di locali pieni di merce, scatole, materiale accatastato.

Utilizzo degli ultrasuoni in Pavimenti flottanti e controsoffitti
Particolare attenzione va posta nel rilevare la presenza di pavimenti flottanti o controsoffitti, spesso presenti in uffici, Centri di calcolo, ect. I danni causati dai topi che rosicchiano i cavi presenti sono enormi e costringono spesso al fermo totale delle attività. In pavimenti flottanti: Appoggiare semplicemente a terra l’apparecchio e spingerlo verso un angolo: l’ultrasuono viaggerà espandendosi in tutte le direzioni. Controsoffitti: Individuare gli ingressi e passaggi di cavi e proteggerli con l’ultrasuono che non interferisce assolutamente con segnali, allarmi, cavi dati, etc.

Gli Ultrasuoni non attraversano i muri.
Similmente alla diffusione dei raggi luminosi gli ultrasuoni non attraversano i muri, non passano i vetri né le porte, quindi in un locale adiacente dovrà essere montata un’altra unità.
Gli Ultrasuoni rimbalzando sulle pareti saturano l’ambiente ed arrivano in punti nascosti, ma con lieve attenuazione es: dietro gli armadi, quindi se possibile scostare dai muri gli armadi o puntarvi direttamente le Unità.

Le nostre Apparecchiature sono costruite per durare nel tempo senza spese di manutenzione, ne sostituzioni periodiche di parti. Se utilizzate correttamente possono superare i 10 anni di servizio ininterrotto.

Gli ultrasuoni sono perfettamente percepiti dagli animali domestici, per cui è preferibile evitar loro disagi.

Da studi effettuati e da nostre esperienze di lavoro, Significativi risultati sulla riduzione di attività degli infestanti si hanno a partire da 10/15 giorni di trattamento.

Occorre per quanto possibile tenere puliti i locali, evitare briciole di cibo, o nascondere cose che possono attirare gli infestanti, e tappare i buchi attraverso i quali essi sono precedentemente penetrati. Gli Ultrasuoni generati dai nostri apparecchi sono un presidio H.A.C.C.P. ove idoneamente dimensionati.

Derattizzazione ad Ultrasuoni: differenze rispetto alla lotta con esche e veleni.
Le esche ed i veleni indubbiamente ottengono il risultato di uccidere il roditore che se ne nutre ma presentano dei risvolti che a ben vedere ne incrinano l’efficacia:

• Il roditore di solito và a morire nei luoghi nascosti causando miasmi insopportabili e grossi problemi igienici: l’ultrasuono ostile lo scaccia via senza ucciderlo.

• Il veleno non impedisce la riproduzione ad altri topi che molto rapidamente sostituiranno il soggetto morto, diversamente l’ultrasuono spezza le loro capacità di adattamento e riproduzione dando inizio ad una riduzione duratura nel tempo.

• Il veleno e le esche sono pericolosissimi se usati in luoghi ove si trattano alimenti quali panifici, ristoranti, mense, comunità, luoghi frequentati da bambini o animali domestici, etc.

• Il veleno e le esche uccidono solo pochi roditori alla volta per poi perdere di efficacia, senza impedire che altri e ben più numerosi soggetti penetrino indisturbati dall’esterno. L’ultrasuono emesso 24 ore su 24 rende ostile l’ambiente agli invasori pur essendo assolutamente compatibile con l’uomo.

• La derattizzazione con esche e veleni è costosissima: In un anno vanno effettuati numerosi interventi poiché essi perdono rapidamente efficacia.

DERATTIZZAZIONE CON GLI ULTRASUONI
 
€ 0.00 *

(*) Prezzi IVA Inclusa



* Domotica è un marchio registrato FAPI